Home » Benessere » Stamina: il ricorso di Vannoni, il no della Sicilia, la speranza di Daniele

Stamina: il ricorso di Vannoni, il no della Sicilia, la speranza di Daniele

E’ guerra a trecentosessanta gradi, tra Stamina e il resto del mondo. Dopo la bocciatura della Commissione di Esperti e il no del ministro Lorenzin, Davide Vannoni difende il suo “metodo” a spada tratta su tutta la linea e ha deciso di presentare ricorso alla terza sezione del TAR del Lazio. Le richieste: che vengano annullate le nomine degli “esperti” in questione (secondo lui prevenuti) e che vengano tolti i blocchi alle cure presso gli Spedali di Brescia che di fatto rifiutano di continuare con il metodo Stamina.

Impossibile fidarsi di una commissione composta da membri che conducono le stesse ricerche e hanno interesse a liberarsi di un concorrente come Stamina” dice Vannoni ai media. Nel frattempo un altro secco “no” giunge dal Comitato di Bioetica della Sicilia ed è un “no” pesante se si pensa che la Sicilia aveva aperto due strutture ospedaliere al metodo Stamina e ora anche queste sono a rischio. Il comitato denuncia il fatto che il metodo di Vannoni si presenti assolutamente “sfornito di dati scientifici” e dunque non affidabile.
Unica nota positiva in tutto questo panorama di rifiuto è la sentenza del tribunale di Matera che ordina agli Spedali di Brescia di eseguire il trattamento di Stamina su Daniele, un bambino di 6 anni affetto dal 2008 dal morbo di Niemann-Pick. Infatti i risultati delle precedenti infusioni avrebbero evidenziato nel piccolo “grandi miglioramenti” che i genitori hanno portato a conoscenza dei giudici con prove, a quanto pare, molto chiare e precise. Dunque, secondo il tribunale della sua città, Daniele ha diritto di sperare ancora e di continuare con le infusioni nonostante lo stop deciso da Brescia.

admin

0 Commenti

  1. come si puo bocciare se non si sperimenta

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico