Home » Benessere » Test genetici: Italia al 4° posto in Europa

Test genetici: Italia al 4° posto in Europa

Come cambia l’approccio alla prevenzione in Italia? Un dato interessante ce lo fornisce il XVI Congresso nazionale della SIGU (Società Italiana di Genetica Umana) che ha analizzato il fenomeno degli ultimi 5 anni soprattutto relativamente alla medicina genetica. La genetica infatti è la nuovissima arma di prevenzione per le malattie, come dimostrano gesti eclatanti come quello di Angelina Jolie che si è fatta asportare il seno perchè “geneticamente a rischio” cancro.

Se si pensa che nel 2007 erano circa 550.000 le richieste di test genetici, si vede che un aumento significativo si è raggiunto lo scorso anno (tra il 2011 e il 2012) arrivando a oltre 580.000 test genetici, corredati da 100.000 consulenze, per un totale di 684.000 prestazioni. Le richieste per i test riguardano quelli cromosomici, molecolari e immunogenetici. La maggior parte riguardano test per la prevenzione dei tumori.

Un inatteso calo, invece, si registra nei test genetici legati alla gravidanza con indagini cromosomiche prenatali, calate da 136.000 a 129.000 e quelle sul liquido amniotico scese anche esse di molti punti.
L’Italia sta dunque scalando la classifica dei Paesi più attenti alla genetica, giungendo a posizionarsi al quarto posto in Europa dopo la Germania, la Spagna, la Francia e perfino qualche punto davanti alla Gran Bretagna. Da noi non è ancora forte la “medicina personalizzata” legata sempre ai risultati di questi test ma è comunque una consapevolezza in cammino, e i centri non mancano: il 53% si trovano nel Nord Italia, al Centro sono 54 (20%), al Sud 45 e nelle Isole 27.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico