Home » Benessere » La gravidanza non è una malattia: la lezione di Lea, come Lorella

La gravidanza non è una malattia: la lezione di Lea, come Lorella

Lo scorso mese il mondo si stupì della sollevatrice di pesi Lea-Anne Ellison che, alla non tenera età di 35 anni e incinta di 9 mesi, si è fatta riprendere in mondo visione mentre solleva un pesantissimo bilanciere. Il mondo del web, pur scatenandosi contro di lei e contro la sua “sfacciata incoscienza” ha condiviso quel video fino a farlo diventare un cult!

Non si scandalizzarono allo stesso modo quando Lorella Cuccarini, incinta di due gemelli, continuò la sua tournée teatrale danzando sul palco ogni sera, né quando Carmen Russo, incinta a 51 anni, ha continuato a dirigere la sua scuola di danza. Forse perché la danza sembra uno sforzo meno complicato del sollevamento pesi, ma è uno sforzo in ogni caso. Certo, forse Lea ha esagerato, dato che è provato che un grande sforzo può accelerare il parto quando si è già al termine … ma ha anche voluto lanciare un messaggio importante. La gravidanza non è una malattia. Come Lorella Cuccarini, come tante donne che vanno a lavorare ogni giorno senza problemi a fronte di tante altre (troppe) che appena vedono il risultato della gravidanza positivo si gettano sul divano e fanno le “malate”, si fanno prescrivere gravidanze a rischio, delegano tanti compiti perché “non ce la fanno”. Dimenticano così due cose fondamentali: la prima, che per secoli le donne hanno partorito facendo mestieri molto più duri, la seconda, che il movimento aiuta il corpo a rimanere elastico e dunque a soffrire meno durante il parto. La gravidanza è un evento, un miracolo … non una malattia

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico