Home » Benessere » I bimbi con problemi comportamentali nascono da mamme stressate

I bimbi con problemi comportamentali nascono da mamme stressate

Torniamo a parlare di stress, anche se l’argomento sembra abusato ultimamente. Ma tra un’esagerazione e l’altra esiste un fondo di verità, soprattutto se si pensa che certe sensazioni -come l’ansia- possono trasmettersi di madre in figlio durante il periodo della gravidanza. Lo dice una ricerca del Columbia Center for Children’s Environmental Health della Mailman School of Public Health, pubblicata sulla rivista PEDIATRICS.

I ricercatori hanno seguito 248 coppie per un periodo di 10 anni circa, valutando le gravidanze e la crescita dei bambini dopo la nascita e fino alla fine delle elementari. Usando test, interviste periodiche e controlli sul rendimento scolastico, si è visto che i bambini che presentavano problemi comportamentali come atteggiamento aggressivo, disturbi dell’attenzione e eccesso di vivacità quasi sempre erano nati da madri molto stressate durante il periodo della gravidanza.
I problemi dei bambini, tra l’altro, aumentavano se la madre -oltre a vivere un periodo di stress- viveva in ambienti fortemente inquinati da idrocarburi e scarichi industriali. Forse l’associazione non è casuale, perchè le persone che vivono in ambienti inquinati (le città) sono allo stesso tempo sottoposte a uno stress non indifferente per problemi di lavoro, di spostamenti, di rumore ecc. Dunque per evitare che i piccoli crescano con ansie che sfociano in comportamenti anomali, occorre che le mamme in gravidanza vivano il più possibile in ambienti sani e soprattutto che rallentino un poco il ritmo della vita quotidiana. Il lavoro è importante, ma la salute -specie quella del bambino- lo è di più.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico