Home » Benessere » Stamina, parla la mamma di Sofia: "Venite a vedere, mia figlia sta meglio!"

Stamina, parla la mamma di Sofia: "Venite a vedere, mia figlia sta meglio!"

Non si arrende, Caterina Ceccuti. Contro di lei non passano le proteste degli esperti, i divieti del Ministero, le sentenze di tribunale e le dichiarazioni delle commissioni. La forza di questa donna sta tutta nella fede in un metodo –Stamina– che, a suo dire, ha ridato speranza di vita alla sua piccola Sofia, di 3 anni. Domenica 13, a Firenze, dove vive, ha organizzato un corteo per difendere il diritto di sua figlia a continuare a sperare … non in una vita migliore ma in una vita.

Caterina Ceccuti è la mamma della bimba divenuta simbolo di Stamina. Una bimba che, alla nascita, era data per spacciata a causa di una grave malattia neurodegenerativa ma che, grazie alle cure staminali di Vannoni, ha raggiunto i 3 anni di età e non solo! Sofia si muove, respira, parla, comunica. Sofia è viva e non doveva esserlo! Se non sono miglioramenti significativi questi, cos’altro lo sono? Per questo la signora Caterina ha affidato a un video postato su Facebook un invito rivolto al ministro Lorenzin e agli esperti che hanno bocciato il metodo Stamina: “Venite a casa mia, venite a vedere come è migliorata mia figlia!”

Quello che Sofia e altri come lei chiedono è il diritto a continuare a sperare. Le infusioni di staminali, per loro, sono vita, non un capriccio qualsiasi. Interromperle, dopo aver raggiunto tali e tanti risultati, sarebbe un disastroso tornare indietro, difficile da recuperare in futuro. La sperimentazione permetterebbe non solo di conoscere meglio le cure Stamina ma anche di continuare a salvare vite umane e non deve essere sospesa. Un video molto diretto e potente che scoppia come una bomba nel mezzo delle polemiche seguite alla decisione, ormai prossima, di non dare il via alla tanto promessa sperimentazione.

admin

0 Commenti

  1. Sono sbigottito da come le persone preposte alla nostra salute si lascino intimorire dai poteri forti e non concedono spazio alla nostro benessere fisico.
    Da DiBella alla attuale Stamina i bastardi che lucrano sulla nostra (mancanza di) salute, si atteggiano a luminari competenti (vedi Veronesi)
    e ci lasciano morire pur di non perdere soldi.
    E’ una vergogna avere nella nostra sanità questi individui che vanificano gli sforzi delle brave persone, competenti e capaci, mentre loro non sono in grado di diagnosticare neanche un’unghia
    incarnita, però scrivono libri.

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico