Home » Benessere » Cure Stamina: è definitivo il NO del ministero

Cure Stamina: è definitivo il NO del ministero

Non avrei mai voluto dare questo annuncio, e spegnere le speranze di tanti malati. Ma la sperimentazione di Stamina non si potrà fare, perchè è stato riconosciuto come metodo inadeguato, insufficiente e potenzialmente pericoloso per la salute“, con queste parole il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha bocciato in modo definitivo il metodo di Davide Vannoni e la sperimentazione che, dunque, non si farà più.

Il ministero ha creduto alla relazione rilasciata dalla Commissione degli Esperti nominata dall’ISS che ha valutato il metodo, i dati, e gli studi fino ad oggi compiuti a riguardo. Non esiste sicurezza, non esiste affidabilità e dunque non ci sono i presupposti per spendere tempo, denaro e speranze della gente in una sperimentazione. Vannoni però non si arrende e, sostenuto dai genitori di tanti giovanissimi malati, ha già fatto ricorso al TAR del Lazio, al TAR di Lombardia e sta per farlo anche alla Corte Europea a L’Aja, dove denuncerà anche Enrico Letta e Beatrice Lorenzin per crimini contro l’umanità.

Ma il governo si è ben informato, prima di prendere questa decisione. La Lorenzin ha potuto decidere di conseguenza perchè, se è vero che il Parlamento aveva stabilito la sperimentazione, questa non può essere fatta se sul metodo pendono dubbi di pericolosità. Dunque, l’annullamento della sperimentazione è legale e giustificato, dal punto di vista del ministro, e i tre milioni di euro stanziati per avviarla saranno reinvestiti nella ricerca “seria” di altre malattie, come ad esempio le malattie rare, fa sapere la Lorenzin con parole testuali. Intanto, paradossalmente, a Brescia continua l’infusione della cura di Vannoni su 36 pazienti che l’hanno ottenuta con ricorsi ai tribunali regionali.

admin

x

Guarda anche

Un vaccino di staminali contro il cancro al seno

Niente facili speranze, si tratta solo di uno studio … il primo passo di un ...

Condividi con un amico