Home » Benessere » Arezzo: operazione riuscita … senza trasfusione di sangue

Arezzo: operazione riuscita … senza trasfusione di sangue

Esiste un obbligo, nel credo dei Testimoni di Geova, che impone di non accettare nel proprio corpo il sangue estraneo: ciò significa niente cibi o preparati a base di sangue animale, niente trasfusioni con sangue di altre persone, siano pure essi parenti stretti. A causa di questo obbligo, sono in molti gli aderenti a questa fede che rifiutano di farsi operare per non dover subire trasfusioni, spesso a rischio della propria vita.

Succedeva così anche a una donna di 54 anni, affetta da un tumore al retto molto aggressivo, che aveva già rifiutato di farsi operare da diverse strutture, inclusa una struttura molto famosa di Milano. Intanto il tumore peggiorava e con esso la sua salute. Sottoposto il caso alla chirurgia del San Donato di Arezzo, i medici hanno deciso di studiare una soluzione alternativa. Il dottor Andrea Rinnovati ha deciso di procedere ugualmente, solo con molta più lentezza per poter aprire e chiudere man mano tutti i vasi, uno per uno, evitando grosse perdite ematiche.

Il risultato è stato che l’operazione, invece della classica ora e mezza, è durata ben cinque ore. Ma è stata portata a termine senza bisogno di trasfusioni di sangue che, in caso contrario, avrebbero certamente facilitato il lavoro di tutti …ma avrebbero offeso la paziente! La donna è tornata a casa dopo sette giorni, sta bene e continuerà la terapia contro il tumore con la chemio. La chirurgia del San Donato ha acquisito nuova visibilità e nuova stima, per aver compiuto un lavoro veramente difficile anche con l’ausilio di strumenti robot che hanno limitato i danni al massimo.

admin

0 Commenti

  1. Desideravo conoscere se fosse possibile il tono esatto di questo articolo. Non si riesce a capire se si tratta di un articolo accusatorio o favorevole alle scelte personali, in questo caso dei Testimoni di Geova. Grazie

    • Grazia Musumeci

      E’ un articolo che riporta un fatto, visto sia dal punto di vista del medico che da quello della paziente. Nessuna presa di posizione, nè contro nè a favore.

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico