Home » Benessere » Allergie: anche in autunno bisogna stare attenti

Allergie: anche in autunno bisogna stare attenti

Se pensavate di potervi rilassare, ora che la primavera e le sue infiorescenze sono lontane, ora che non è più estate e non ci sono fieni e erbe nell’aria, dobbiamo deludervi. L’autunno vede ancora uno strascico del periodo delle allergie e va tenuta alta la guardia anche in questa stagione per evitare fastidiose ricadute. Le allergie d’autunno sono diverse da quelle estive.

Meno basate sugli sfoghi della natura, esse sono un pericoloso miscuglio di pollini (ottobre e novembre ne portano in giro ancora qualcuno) e di inquinanti domestici, dato che si torna a chiudersi in casa: polveri, muffe, peli di animali, piante d’appartamento. Ecco alcuni dei colpevoli della ripresa autunnale delle allergie. All’esterno, invece, le ultime infiorescenze sono favorite dagli sbalzi di temperatura tra giorno e notte e la forte presenza dei venti favorisce il loro trasporto.

Le soluzioni? Continuare ad affidarsi agli antistaminici, spolverare spesso le case, viaggiare con i finestrini chiusi specialmente in campagna, in modo da evitare i sintomi più pesanti. Tuttavia, avvertono gli esperti, le allergie si stanno moltiplicando anche per colpa dell’esagerazione di alcuni che fanno crescere i bambini in ambienti quasi sterili. Case eccessivamente igienizzate, niente esposizione agli agenti atmosferici. Cautele giuste, se prese con moderazione, ma se sono esagerate impediscono al sistema immunitario dei ragazzi di “allenarsi” e dunque -quasi sicuramente- rischiano di farne adulti allergici.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico