Home » Benessere » Paziente "congelato" sopravvive ad arresto cardiaco

Paziente "congelato" sopravvive ad arresto cardiaco

La notizia è di diverse settimane fa, ma soltanto ora si sono venuti a sapere i retroscena ed ecco perchè fa tanto scalpore. Tutto inizia in una scuola professionale in provincia di Bologna, dove durante una lezione un giovane di 20 anni improvvisamente si accascia al suolo, privo di conoscenza. Intervengono i soccorsi, chiamano l’ambulanza e arriva l’unità di rianimazione dall’ospedale Maggiore di Bologna. Il ragazzo è in arresto cardiaco.

Medici e infermieri tentano subito la rianimazione, manuale e con il defibrillatore, passano molti minuti, troppi … quando il cuore del giovane riparte non si può escludere che la carenza di ossigeno al cervello, dovuta al prolungato arresto cardiaco, abbia provocato danni irreversibili. Ed è allora che per la prima volta viene applicato un metodo ancora poco usato in Italia: il kit ipotermico.

Si tratta di una serie di pannelli che si applicano in varie parti del corpo del paziente e poi vengono raffreddati al punto che, con essi, si raffredda anche l’organismo. La temperatura scende in picchiata e il corpo rallenta tutte le sue funzioni. In una persona che sta per subire danni cerebrali dopo un arresto cardiaco, questo “rallentamento” significa che le cellule che dovrebbero morire subito non muoiono e dunque si può scongiurare il peggio. Il paziente bolognese è giunto all’ospedale Maggiore “congelato”, dopo di che è stato portato in Terapia Intensiva e curato (l’arresto cardiaco era stato causato dal virus della miocardite). Una volta ripresa conoscenza si è visto che, nonostante il lungo stop del cuore, il cervello non aveva subito alcun danno. L’ospedale di Bologna, al momento, è l’unico che possiede e usa un kit di ipotermia per queste situazioni.

admin

x

Guarda anche

Pediatria: nel primo anno di vita 4 fasi cruciali per la salute dei bambini

Sono quattro i periodi che mettono le basi della salute e della vita di un ...

Condividi con un amico