Home » Benessere » Addio al papà dell'Olio di Lorenzo, che raggiunge moglie e figlio

Addio al papà dell'Olio di Lorenzo, che raggiunge moglie e figlio

Una famiglia forte come una roccia, la famiglia Odone. Due genitori determinati a non cedere sotto i colpi del destino che aveva condannato il loro bambino, Lorenzo, con una terribile malattia –Adrenoleucodistrofia (ADL)– senza alcuna prospettiva di cura, in quegli anni Ottanta che oggi sembrano così lontani. E allora lui, Augusto, di professione economista e lei, Michela, glottologa si riscoprono ricercatori e creano una cura fatta in casa mescolando olio di oliva e colza.

Non una cura improvvisata, ma mirata, realizzata dopo una lunga attività di informazione e di ricerca condotta nei mesi successivi a quella terribile diagnosi. Le proprietà di quegli olii, infatti, riuscivano a “bloccare” la malattia. Non la curavano del tutto ma ne rallentavano di molto il progresso in modo che il paziente ritrovasse una vita per lo meno tollerabile e nel frattempo la ricerca facesse i suoi passi avanti. Gli Odone si trasferirono in America, a Washington, per continuare i loro studi che inizialmente furono osteggiati dalla “scienza ufficiale”, ma che ebbero un successo insperato.

Lorenzo, che aveva 6 anni al tempo della diagnosi, e che avrebbe dovuto morire nell’arco di 20 mesi, visse ancora altri 23 anni. Confinato in un letto, certamente, ma vivo. Riuscì a raggiungere l’età di 30 anni, traguardo mai ipotizzato dai medici che, a quel punto, rivalutarono il lavoro dei due genitori e cominciarono ad apprezzarlo. Quella famiglia coraggiosa, oggi, non esiste più. Se n’è andata per prima Michela, nel 2000, uccisa dal cancro. Poi Lorenzo, otto anni dopo. E ieri è morto anche Augusto Odone, che era tornato nel suo Piemonte ormai anziano e solo.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico