Home » Benessere » Tbc a Milano: iniziata la terapia su uno dei bambini

Tbc a Milano: iniziata la terapia su uno dei bambini

I casi di tubercolosi accertati a Milano continuano a destare preoccupazione. Sarebbero sette i casi resi noti, tre sarebbero bambini di una scuola media, due asintomatici di una scuola elementare della zona nord-est, oltre a due studenti stranieri dell’Università Statale di Milano, facoltà di Scienze.

Il primo caso accertato è stato un bambino di 11 anni, arrivato alla Clinica De Marchi di Milano, con un problema che sembrava di otorinolaringoiatra. Le sue condizioni generali e respiratorie hanno però insospettito i medici che hanno poi confermato la diagnosi di Tbc.

Si tratterebbe di un ceppo di Tubercolosi multirestistente, chiamato XDR, resistente a un vasto numero di farmaci. “Un ceppo molto raro che difficilmente colpisce pazienti in età pediatrica o senza patologie di base” ha dichiarato Susanna Esposito, presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica.

Il bambino è stato quindi sottoposto a un trattamento sperimentale che prevede un mix di cinque farmaci. Il piccolo è seguito da una task force del centro di controllo sulla Tbc dell’ospedale Niguarda, del Centro Oms del San Raffaele, dell’Asl di Milano e del Policlinico.

Due dei cinque farmaci vengono somministrati per via endovenosa quindi il bambino resterà ricoverato per diverse settimane. Molti mesi di terapia orale saranno necessari in seguito.

admin

x

Guarda anche

I migranti non portano malattie. Si ammalano qui

Ci dispiace tanto per tutti quei politici che basano la propria campagna elettorale sulle bufale, ...

Condividi con un amico