Home » Benessere » Mente e corpo: mancini a rischio malattia mentale?

Mente e corpo: mancini a rischio malattia mentale?

Ci mancava solo questa, poveri mancini! Già segnati da secoli con una cattiva fama (“mano del diavolo”, “sinistro dunque ambiguo”) oggi si stanno riprendendo la loro legittima rivincita ma non sono ancora fuori dall’occhio del ciclone. Anzi, diciamo che ci sono rientrati quando nessuno se lo aspettava. Meno che mai se lo aspettavano i ricercatori dello Ut Southwestern Medical Center (USA).

La loro ricerca, infatti, stava seguendo tutt’altra linea. Stava studiando il collegamento tra sviluppo di alcune malattie mentali e grandezza dell’emisfero cerebrale dominante e per calcolare l’emisfero dominante si controllava quale fosse la mano più usata dal soggetto. Nel calcolo generico si è visto che tra le persone psicotiche, schizofreniche e depresse esiste una prevalenza di mancini. L’analisi è stata condotta su 107 pazienti di diverse cliniche e il risultato è stato che l’11% dei pazienti con disturbo dell’umore ( e ben 40% degli schizofrenici) sono mancini!

Da qui la ricerca ha preso un’altra direzione e ha cominciato a domandarsi se le due cose siano collegate. Cioè, noi pensiamo che il mancinismo sia una caratteristica genetica ma se invece fosse una “anomalia” cerebrale, un campanello di allarme per qualcosa che non va e che si manifesta dopo anche con le crisi di un disturbo? Da qui a dire che tutti i mancini sono malati mentali ce ne corre, e certamente occorrono nuove verifiche della teoria. I dati però parlano chiaro: un collegamento esiste, si tratta di capire di quale genere e se sia rimediabile. Certo è che Leonardo Da Vinci era un mancino anche lui … e se la malattia mentale che tanto temiamo fosse soltanto espressione di un genio?

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico