Home » Benessere » Tubercolosi: Milano in allarme

Tubercolosi: Milano in allarme

Una malattia che ritorna, la tubercolosi, e che torna prepotentemnte presentando anche ceppi molto resistenti alle cure. Da dove sia rientrata, in Europa, non si sa con esattezza anche se si sospetta possa essersi trasmessa da alcune persone malate provenienti dall’estero. Ormai però sta prendendo di nuovo radici e dopo i casi di questa estate tra Roma e Napoli, oggi tocca a Milano.

Non si parla ancora di epidemia ma sicuramente sette casi in una volta preoccupano. E preoccupa che siano tutti giovani: tre ragazzini delle medie, due delle elementari e due studenti universitari. Inizialmente sembravano disturbi influenzali, con problemi respiratori un po’ più marcati ma le analisi hanno poi confermato che si trattava invece della TBC. I soggetti sono subito stati sottoposti alle cure del caso, e anche se pare che il ceppo in questione sia molto resistente, in particolare su uno dei ragazzini, le cure stanno tenendo sotto controllo la malattia.

Subito iniziato anche il lavoro di profilassi presso le scuole dei bambini e presso la facoltà di Scienze Politiche della Statale di Milano da dove provengono gli studenti unviersitari. Nella scuola dei primi due ragazzini sono stati già trovati altri due contagiati, anche se la malattia in loro non è ancora manifesta e dunque può essere gestita meglio. Era da oltre 30 anni che non si riscontravano casi di TBC infantile nel nord Italia, i casi di oggi danno molto da pensare. Dobbiamo tornare a guardare alla tubercolosi come una malattia moderna e non come un caso isolato di malattia debellata. E’ una malattia curabile, dunque va affrontata senza drammi ma con le dovute attenzioni.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico