Home » Benessere » Alimentazione: l'olio della Toscana la miglior arma anti cancro

Alimentazione: l'olio della Toscana la miglior arma anti cancro

Se sia una manovra pubblicitaria geniale o una vera scoperta della scienza non è ancora dato sapere. E’ vero che l’olio fa bene, sebbene sia spesso indicato come dannoso nelle diete, ma per la regione Toscana il vero “olio medicinale” è quello che producono i suoi uliveti. Insomma, lo slogan è: l’olio d’oliva previene il cancro, ma solo se è TOSCANO IGP.

Uno studio vero esiste, per opera dei ricercatori dell’Università di Siena coordinati dalla dottoressa Marina Ziche, che hanno redatto un documento in cui vengono elencate le qualità anti-tumorali dell’olio d’oliva, meglio se extravergine, meglio se di alta qualità come quello toscano, appunto. L’olio contiene polifenoli, antiossidanti, antinfiammatori e anti-trombotici. Insomma una protezione totale.

Naturalmente non tutti i tipi di olio sono uguali. Alcuni possono contenere meno polifenoli, altri grandi quantità. Ma la regola comune per tutti esiste, perchè secondo gli studi di Siena nella media bastano 3 o 4 cucchiai di olio al giorno, crudo, per mantenere in forma cuore, circolazione e per mantenere elastici e giovani i tessuti, quindi allontanare il pericolo cancro. La regione Toscana cavalca l’onda positiva della notizia e diffonde tra i cittadini, non solo toscani, lo slogan secondo cui “la campagna toscana è come una farmacia a cielo aperto“. Provare per credere? Perchè no, se c’è di mezzo il gusto?

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico