Home » Benessere » Il laser contro l'Alzheimer, un'idea che potrebbe funzionare

Il laser contro l'Alzheimer, un'idea che potrebbe funzionare

E se contro l’Alzheimer si usasse un metodo di per sé delicato ma preciso e diretto? Esiste, e sarebbe un laser a multi-fotone che a quanto pare usa l’intensità della luce del raggio per distruggere la proteina beta-amiloide che sta alla base della malattia. La scoperta viene dai laboratori svedesi della Chalmers University, con l’aiuto di ricercatori polacchi di Wroclaw.

La precisione del laser sarebbe in grado, secondo lo studio condotto da questi esperti, di mirare con assoluta precisione alle proteine malate distruggendole senza però coinvolgere quelle sane. Un metodo ancora mai tentato, in questo campo, e che potrebbe davvero aprire nuove interessanti strade per la cura di questo male degenerativo. E se funziona con l’Alzheimer, chissà … potrebbe essere usato anche per altre malattie neurodegenerative.

Il problema dell’Alzheimer sono le placche che si formano nei vasi sanguigni cerebrali per colpa dell’accumulo di beta-amiloide, e se il laser può intervenire solo su essa sarebbe davvero la soluzione migliore. Molti medici concordano e guardano con interesse ai prossimi sviluppi, anche se ci si chiede in quale fase della malattia sarebbe bene intervenire per avere buoni risultati. Se si distruggono le placche quando ormai il danno è stato fatto, potrebbe essere un intervento inutile. Occorre esplorare a fondo anche questa situazione per capire bene come agire. Sarà la sperimentazione, nel tempo, a rivelarci di più.

admin

x

Guarda anche

Un vaccino di staminali contro il cancro al seno

Niente facili speranze, si tratta solo di uno studio … il primo passo di un ...

Condividi con un amico