Home » Benessere » Sigarette elettroniche nei locali pubblici: la legge dice "sì"

Sigarette elettroniche nei locali pubblici: la legge dice "sì"

Con la conversione in legge del decreto Istruzione, è stato abolito il divieto di utilizzo della sigaretta elettronica nei luoghi pubblici, introdotto a giugno con il decreto Iva-Lavoro. Una bella risposta del governo all’appello fatto non troppo tempo fa dal professor Veronesi che esaltava le proprietà curative della sigaretta elettronica, lasciando capire che non era per nulla dannosa. Un ripensamento, quindi?

No, assolutamente, assicurano da Montecitorio, piuttosto una correzione per aver superato di parecchio i limiti del proibizionismo! Equiparare la sigaretta elettronica a quelle di tabacco ha fatto discutere per tutta la scorsa primavera. Tanti dubbi sui “liquidi” usati dalla e-cig, tante voci in difesa di un tubetto che fa solo aspirare vapore all’essenza di nicotina, ma senza filtri rischiosi per la salute. Una battaglia di parole che, per tagliar la testa al toro, si era concluso estendendo i divieti delle sigarette normali anche a quelle elettroniche.

Il presidente della commissione Cultura della Camera, Giancarlo Galan (Pdl), ha inoltre precisato che si è voluto accogliere in questo modo anche l’appello dei tanti commercianti e produttori che sulla e-cig hanno scommesso vita e lavoro. Un business di nuova generazione, spesso gestito da giovani, che sta muovendo un po’ l’economia del Paese e dunque va agevolato nei limiti del possibile. Comunque si è compreso che vietare alla gente di soffiare vapore non ha lo stesso peso che vietar loro di soffiare fumo carico di sostanze inquinanti. E poi, se si vieta la e-cig in pubblico si dovrebbe vietare a maggior ragione la circolazione delle auto! Dunque via libera, almeno nei locali pubblici, ai nuovi tubetti antifumo. Sarà una rivoluzione?

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico