Home » Benessere » Padre cocainomane? Il figlio sarà immune

Padre cocainomane? Il figlio sarà immune

Uno studio della University of Pennsylvania (USA) ha scoperto un comportamento interessante e nuovo del corpo umano, precisamente in relazione alla dipendenza da droghe. Si è sempre saputo, in base ai dati, che i figli di drogati nascevano già col desiderio della droga in corpo e spesso avevano crisi di astinenza in culla. Si supponeva quindi che la dipendenza passasse di madre in figlio, ma il discorso a quanto pare cambia se si prendono in relazione i padri.

Lo studio va ancora approfondito, per capire appunto come mai la linea maschile sia più coinvolta di quella femminile, ma a quanto si legge dai risultati se il padre è cocainomane il figlio sviluppa una resistenza tale a quella sostanza che ha ottime possibilità di non diventare MAI un dipendente dalla cocaina a sua volta. Nei dettagli, le analisi della fisiologia dei neuroni dei figli (solo dei maschi) di uomini cocainomani, condotte sia prima che dopo l’assunzione della droga, hanno mostrato effettivamente una minore sensibilità alla dipendenza. Nella seconda generazione si è verificato un “rimodellamento” dei recettori AMPA che regolano il desiderio di determinate sostanze. Cambiamenti che pare si trasmettano geneticamente attraverso lo sperma. Verifiche sono in corso per stabilire come questo accada e che incidenza avrà nel futuro di questi ragazzi.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico