Home » Benessere » Legionella in Emilia Romagna: indagini in corso

Legionella in Emilia Romagna: indagini in corso

Reggio Emilia in allerta per un caso di legionella che è stato registrato presso la locale AUSL e che ha già dato il via alle indagini del caso per scongiurare altri ricoveri. Vittima del batterio, stavolta, una signora di 70 anni residente a Rubiera, ricoverata d’urgenza per colpa di una polmonite atipica poi risultata conseguenza dell’infezione da legionella.

La donna non è in pericolo di vita ma è in condizioni serie e viene costantemente monitorata, mentre medici e funzionari dell’AUSL stanno cercando di capire quale sia la fonte del contagio, indagando nella vita di tutti i giorni della paziente. Il pericolo di propagazione del batterio è molto alto e si rischia un’epidemia se non si provvede subito alla bonifica e alla disinfezione del territorio colpito.
Il batterio della legionella si trova in ambienti contaminati, inquinati, nelle tubature e molto spesso nei condizionatori. L’infezione è abbastanza seria, può causare problemi respiratori che possono sfociare anche in decesso (con una letalità media del 10%, che si alza a 30-50% nel caso di infezioni ospedaliere). Più comune tra i fumatori, è possibile però contrarla anche entrando in contatto con corsi d’acqua inquinati, anche nei luoghi più salubri come paesi di campagna.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico