Home » Benessere » Farmaci ad alta salinità: pericolo per il cuore

Farmaci ad alta salinità: pericolo per il cuore

Abbiamo appena scritto che l’aspirina potrebbe salvare dagli attacchi cardiaci, purché sia assunta in pasticche e non sotto forma di pastiglia effervescente. Lo stesso vale per tanti altri farmaci che hanno come caratteristica quella di essere effervescenti e diluibili in acqua. Questo tipo di medicinali conterrebbero livelli salini elevati che, paradossalmente, a lungo andare possono far male al cuore.

Questo ha concentrato l’attenzione dei ricercatori dello University College di Londra sul sale contenuto nelle medicine che assumiamo e che sono classificate come innocue, giustamente. Alcune di esse possono davvero avere alti livelli di sale e se usate spesso possono influire sull’apparato cardio-circolatorio in modo negativo. La ricerca londinese consiglia di indicare sulle confezioni i livelli di sale contenuti, in modo che medici e pazienti possano regolarsi.

Il problema è la dose. Alcuni farmaci sono assolutamente innocui, anche nei livelli di sale, ma se presi più volte al giorno quel livello si può superare. Le persone devono sapere ogni mossa che fanno, quando hanno a che fare con i medicinali, perchè uno dei motivi della cattiva gestione della salute di questi tempi è proprio questo uso dei farmaci in modo sconsiderato. L’eccesso di sale danneggia il cuore, sia nei cardiopatici che nei sani, dunque è bene che ci sia un metro per rendersi conto di quanto se ne assume e magari parlarne col medico per eventuali sostituzioni.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico