Home » Benessere » "Nature" attacca l'Italia: paese medievale allergico alla scienza

"Nature" attacca l'Italia: paese medievale allergico alla scienza

Retrocessi a serie Z dal mondo scientifico internazionale. Un Paese ancora legato a superstizioni, a paure ancestrali, come se il Medioevo e la Santa Inquisizione non si fossero mai sradicati dalle nostre menti. Ecco come ci vedono dall’estero, ecco come ci classificano: “L’Italia non è Paese per scienziati” grida l’autorevole rivista scientifica NATURE, ed è un peccato dato che la nostra ricerca è tra le migliori al mondo.

Cosa sta succedendo? La rivista NATURE principalmente punta il dito contro tre eventi eclatanti che hanno fatto rabbrividire il mondo della ragione: primo, la condanna “per mancata previsione del terremoto dell’Aquila” ai geologi che secondo il tribunale furono colpevoli di non aver lanciato l’allarme per tempo. Assurdo, tuonano dall’estero, perchè nessuno può prevedere i terremoti. Ma gli italiani sembrano aver creduto alla “scienza del Radon” (laddove fuoriesce questo gas, il terremoto è imminente e prevedibile), scienza assolutamente inesatta e fuorviante, perchè se fosse vera, regioni come il Wyoming (dove il gas Radon esce dal terreno continuamente) dovrebbero essere scosse da terremoti in ogni istante. In secondo luogo, NATURE ci condanna per aver ceduto troppo facilmente alle terapie di Stamina, senza mai aver cercato di valutarne prima l’efficacia.

In terzo luogo, la decisione di limitare la sperimentazione sugli animali. Nessun Paese al mondo ha una legge simile che di fatto impedisce a centinaia di ricercatori di effettuare studi importantissimi su malattie che potranno essere curate solo se verificate tramite esperimenti: sia su animali che sull’uomo. La sofferenza delle “cavie” deve giustamente essere impedita ma senza per questo eliminare la ricerca animale dai laboratori. E’ stato grazie alla ricerca sugli animali se oggi abbiamo cure contro l’AIDS, contro i tumori, contro le malattie neurodegenerative. Oltre a questo … la paura dei vaccini, il terrorismo psicologico sugli alimenti e sui farmaci … Insomma, l’Italia sta tornando al medioevo, o forse non se n’è mai scostata. Con la conseguenza che mandiamo i nostri migliori scienziati via, verso orizzonti meno bigotti. E mentre noi regrediamo verso il 1300, il resto del mondo prende lo slancio verso il futuro.

admin

0 Commenti

  1. Grande servizio sugli zoo nell’ultimo numero di Focus… Una barbarie che non ci possiamo più permettere

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico