Home » Benessere » Scambio Italia-Cina anche per medicinali e cosmetici

Scambio Italia-Cina anche per medicinali e cosmetici

Memorandum di Intesa siglato tra Italia e Cina per una maggiore cooperazione commerciale anche nel settore del benessere. E’ quanto annuncia il Ministero della Salute, per voce del ministro Beatrice Lorenzin, che ha incontrato il dottor Yong Zhang, Direttore dell’Amministrazione Generale per la Supervisione e il Controllo dei Prodotti Alimentari e Farmaceutici (Chinese Food and Drug Administration, CFDA). Con loro a supervisionare il tutto anche il nuovo Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia.

Perchè la necessità di siglare questo accordo? Intanto perchè la Cina è sempre più il maggiore partner commerciale dell’Italia, in secondo luogo perchè la comunità cinese in Italia è in aumento, terzo perchè così si faciliteranno ulteriori scambi tra i due Paesi in materia di alimentazione e salute. L’accordo prevede controlli su tutta la merce, da e verso la Cina, in modo da garantire la qualità prima che i prodotti vengano messi in commercio … si tratti di cibo, medicine o cosmetici.

Come dichiarato dal ministro Lorenzin: “Garantire alimenti sicuri e promuovere la corretta alimentazione è per noi un obiettivo prioritario. Sono molto lieta che la collaborazione si estenda anche ai settori dei dispositivi medici, prodotti che stanno assumendo sempre una maggiore importanza nell’ambito delle procedure mediche e che vedono l’Italia, come parte dell’Unione Europea, impegnata a garantire l’adeguamento della normativa comunitaria alle innovazioni che il mercato propone” e ancora: “Lo scambio continuo di informazioni ed esperienze sono certa garantirà ai nostri cittadini la disponibilità di prodotti che rispettano i più elevati principi di qualità e sicurezza.”

admin

0 Commenti

  1. Non se avete sentito che secondo una nuova normativa europea a breve alcuni farmaci potranno essere venduti anche on-line.Lo spiega bene proprio un articolo su Focus di questo mese.Secondo voi sarà una pratica sicura o potremmo incorrere in facili rischi?

  2. Di certo acquistando farmaci on-line è molto più facile cadere in truffe o contraffazioni e non si può avere mai la sicurezza che quello che stiamo acquistando oltretutto non alimenti ambienti malavitosi o traffici illegali. Non è tutto oro quello che riluce!

  3. Mah si può incorrere in fregature simili anche comprando altri prodotti su Internet..non vedo la differenza!

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico