Home » Benessere » Staminali cardiache: ecco il segreto per guarire dopo l'infarto

Staminali cardiache: ecco il segreto per guarire dopo l'infarto

Hanno lavorato in team i ricercatori italiani (Policlinico Gemelli) e quelli americani di Brigham and Women’s Hospital e Harvard Medical School di Boston per arrivare a questa conclusione importante sull’ennesimo ruolo fondamentale delle cellule staminali. Cellule che avrebbero influenza sulla capacità di ripresa dopo un evento cardiaco grave come l’infarto.

Tutti abbiamo cellule staminali cardiache chiamate anche “ripara cuore” perchè in grado di riparare i danni provocati da un infarto ma non in tutti i malati esse funzionano come dovrebbero, con la conseguenza che alcuni pazienti hanno riprese più veloci e altri invece più lente. A cosa è dovuta questa differenza? Come mai non funzionano in tutti allo stesso modo? Sono stati osservati a questo scopo 38 pazienti, tutti simili per età e per stato generale di salute e tutti accomunati da operazioni di bypass appena subite.

Durante l’esecuzione dell’intervento, i ricercatori (guidati dal professor Filippo Crea, dal professor Pietro Aversa) hanno praticato una biopsia cardiaca e analizzato alcune cellule staminali cardiache, caratterizzandole e misurandone il cosiddetto “potere replicativo”, ovvero la loro capacità di moltiplicarsi. Si è visto che più le cellule avevano capacità replicativa meglio rispondevano i pazienti alle cure post-infarto. Questo ci fornisce un indizio per capire quali pazienti hanno bisogno di un trattamento più lungo e quali invece riusciranno a guarire più in fretta, in base al tipo di cellule staminali che possiedono e alle loro funzioni. Si potrà puntare su questo indizio per creare farmaci specifici in grado di stimolare le più pigre e magari migliorarne l’efficienza.

admin

x

Guarda anche

Abitudini alimentari sbagliate: raddoppiato rischio carie tra piccoli

Abitudini alimentari sbagliate raddoppiano il rischio di carie tra i più piccoli. L’allarme arriva da ...

Condividi con un amico