Home » Benessere » Quell'alcolizzato di James Bond ci mette in guardia contro gli eccessi

Quell'alcolizzato di James Bond ci mette in guardia contro gli eccessi

Un’originale campagna di prevenzione contro gli eccessi ha visto la luce in Inghilterra, per merito del British Medical Journal e di … James Bond! Chiamato in causa suo malgrado, la famosa spia al servizio di Sua Maestà è divenuto testimonial di un modo di vivere più sano, basato sul riposo, la dieta a base di cibi genuini e quantità limitate di alcolici. Altro che vodka Martini “agitato non mescolato”!

Anzi, proprio dal famoso cocktail che James Bond si serve sempre è partita l’analisi della rivista scientifica che ha ipotizzato come sarebbe oggi il bel James se fosse esistito davvero e se davvero avesse bevuto tutte quelle vodka Martini. Pieno di rughe, con la pelle rovinata, con la mano tremante, incapace di guidare, incapace di formulare un pensiero lucido, impotente a letto e soprattutto in fase terminale col cancro al fegato. Un quadro disarmante, per la mitica spia inglese, ma un quadro reale se un uomo realmente esistente si comportasse come lui.

James Bond ovviamente non esiste, ma gli eccessi a cui si sottoponeva (sesso e alcol e auto veloci) sono vizi che riguardano veramente molte persone. L’intento del British Medical Journal è proprio quello di avvertire queste persone di cambiare stile di vita finché sono in tempo perchè gli effetti degli eccessi non si vedono subito, ora che il corpo è ancora giovane e forte, ma usciranno allo scoperto tutti in una volta passati i 50 anni di età. E potrebbe essere troppo tardi, allora. Fidatevi degli esperti inglesi e soprattutto del buon vecchio James … che se fosse vero (e malato) oggi non avrebbe nemmeno più la forza di lanciare il suo cappello sull’appendino.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico