Home » Benessere » Genitori pro-stamina: ecco perchè quel metodo funziona

Genitori pro-stamina: ecco perchè quel metodo funziona

Si sono riuniti in conferenza stampa a Roma per dire la loro sul metodo Stamina di Davide Vannoni. Mentre aleggia ancora l’eco dello scandalo della e-mail “di rappresaglia” di Andolina, il numero due della fondazione, queste mamme e papà vogliono far conoscere al Paese un altro aspetto della cura, ovvero quelle prove che Vannoni non ha ancora presentato: le prove dei miglioramenti ottenuti.

Non sono soli, questi genitori, con loro anche un medico inizialmente scettico: il dottor Marcello Villanova, responsabile dell’unità di riabilitazione neuromuscolare del Nigrisoli di Bologna. Il medico porta la testimonianza di un suo paziente, il piccolo Sebastian, che prima delle infusioni “le sue gambe non presentavano alcuna traccia di contrazione muscolare, il suo ventre era dotato di quello che in gergo si chiama respiro paradosso ed era completamente incapace di tenere fermo il capo lungo la linea mediana” mentre ora, dopo 5 sedute di terapia Vannoni, ha recuperato pienamente, si tiene dritto, muove le gambe e sa anche reggersi in piedi.

Sono presenti anche i genitori di Noemi e i parenti di Federico, bambini che -a quanto risulta dai video portati a dimostrazione- avrebbero ottenuto miglioramenti notevoli dopo le infusioni di Stamina. Queste famiglie gridano al complotto, una mossa che viene dall’alto per fermare una cura rivoluzionaria che per i loro figli significa vita. E se la prendono con i media (“assassini”), e parlano di azioni legali contro chi cerca di fermare la ricerca. Intanto il ministro Lorenzin ha formato la nuova commissione che, tra tutto questo mare di polemiche, dovrà giudicare un’altra volta l’efficacia di Stamina.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico