Home » Benessere » Stamina: "Ministro vittima di falsa informazione", ma continua la polemica

Stamina: "Ministro vittima di falsa informazione", ma continua la polemica

Il numero due di Stamina, Marino Andolina, finito nell’occhio del ciclone per il testo di una email che parlerebbe addirittura di “rappresaglia” contro gli ospedali di Brescia in seguito al mancato sostegno durante la lotta per l’approvazione delle infusioni, cerca di calmare le acque. Lo fa usando toni gentili verso il ministro Lorenzin, a suo dire “vittima” di false informazioni.

Ma l’effetto che ottiene è tutto l’opposto e ora il Ministero della Salute preannuncia azioni legali serie contro di lui. In poche parole, Andolina reagisce contro le accuse “giustificando” il ministro che sarebbe vittima di alcune non meglio identificate persone che starebbero complottando contro la Stamina Foundation, suggerendo informazioni false e falsi consigli. Il ministro fa sapere che “si adirà alla vie legali nei confronti dello stesso Andolina per le gravissime affermazioni fortemente diffamatorie dell’operato del Ministro e del Ministero stesso”.

Intanto la Lorenzin ha già formato la nuova commissione che dovrà giudicare il metodo di infusioni ideato da Vannoni e Andolina. Tra i nomi: Mauro Ferrari, Sally Temple, Curt R. Freed, Vania Broccoli, Francesco Frassoni, Carlo Dionisi Vici, Antonio Uccelli. E continuano le polemiche, nonostante tutto ciò: Vannoni fa sapere che si aspetta che la commissione ascolti le famiglie, prima ancora di cominciare l’esame del metodo, quelle stesse famiglie che l’altro ieri hanno presentato in conferenza stampa dei video che attesterebbero i miglioramenti dei loro bambini.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico