Home » Benessere » Stamina, umani curati con dosi per topi

Stamina, umani curati con dosi per topi

Chi dice che funzioni e faccia miracoli, chi dice che causa solo danni e non serve a niente. Stamina è l’enigma del secolo, per la scienza. Eppure nessuno riesce a risolvere una volta per tutte il mistero, anche perchè ci sono ancora troppi dati che vengono mantenuti segreti e che quando escono allo scoperto sono sconcertanti. Come quelli analizzati in questi giorni dagli esperti della nuova commissione ministeriale che avrebbero scoperto nei protocolli di Vannoni dosi di cellule adatte ai topi, non agli uomini.

La dose per i trapianti cellulari nell’uomo, infatti, dovrebbe aggirarsi intorno ai 2.000.000 per chilo di peso corporeo mentre Stamina prevede un trapianto di 2.000.000 di cellule in totale. Se tali infusioni venissero fatte su animali da laboratorio avrebbero il loro effetto, ma sugli uomini non ne hanno alcuno. Per questo e per altri “misteri” aumenta il numero di richieste di analisi del metodo, come quella pervenuta dal dottor Ricordi di Miami che ha causato un equivoco secondo cui si è parlato di “sperimentazione americana”, cosa non vera.

E’ solo giustificata curiosità che muove questi scienziati a voler capire quello che Vannoni e i suoi si ostinano a tenere per sé. Mentre arrivano tutte queste richieste, sia al Ministero che agli Spedali Civili di Brescia, la struttura che ospita gli esperimenti di Stamina è stata diffidata dall’AIFA dal “procedere al prelevamento e al trasferimento dei campioni”, riaprendo le polemiche che continuano a non fermarsi dato che è di pochi giorni fa la notizia che un altro tribunale avrebbe ordinato lo sblocco delle cure staminali per un paziente. Ma in un clima teso come questo è difficile che questo o altri pazienti possano trovare giovamento.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico