Home » Benessere » Sperimentazione animale: sondaggio tra pro e contro

Sperimentazione animale: sondaggio tra pro e contro

La vicenda di Caterina e degli insulti contro i ricercatori, da parte di sedicenti “animalisti”, ha fatto riaprire il dibattito: è necessario sperimentare i medicinali sulle bestiole? E’ utile per i fini della scoperta di cure per l’uomo? Una recente intervista televisiva tra i padroni di cani ha evidenziato un rifiuto moderato, che diventa dubbio quando si pensa di poter avere un figlio malato a cui tale sperimentazione salva la vita.

Un’indagine Ipsos svolta la scorsa settimana, sull’onda delle polemiche recenti, su 1000 persone (dai 18 anni in su) ha avuto risultati sorprendenti. Nonostante le vicenda degli animalisti che insultavano la giovane studentessa malata un italiano su due, il 49%, definisce “accettabile effettuare test scientifici sugli animali“, mentre l’80% si schiera contro la sperimentazione a scopo di creazione di cosmetici.
Le due percentuali, sia in un senso che nell’altro, sono in forte crescita il che fa capire che nonostante l’amore per gli animali molti italiani (quasi la metà) non condanna il lavoro dei ricercatori anche se tutti auspicano una soluzione alternativa. Le normative europee d’altro canto hanno modificato in meglio la sperimentazione moderna: l’animale deve essere nutrito e trattato bene, deve vivere in ambienti puliti e spaziosi, deve essere sedato se i test che subisce sono dolorosi e così via.
Le proteste al limite della follia di alcuni gruppi fanatici, che nulla hanno a che vedere con i veri animalisti, devono dunque tener conto di questa realtà: in Italia l’opinione pubblica è a favore della scienza.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico