Home » Benessere » Radioterapia "a rate" per evitare disturbi ai pazienti

Radioterapia "a rate" per evitare disturbi ai pazienti

Chemioterapia e radioterapia sono le prime e più efficaci armi anti tumorali che possediamo ad oggi, anche se si sta cercando un’alternativa meno devastante per il corpo dei pazienti che spesso, dopo queste cure, rischiano la vita anche per un semplice raffreddore tanto sono indeboliti. Delle due, la radioterapia è la più “gentile” ma nonostante ciò anche essa può avere effetti negativi sul corpo.

Eppure è utile perchè distrugge le cellule tumorali e previene la formazione di metastasi, dunque è bene farla finché è possibile. I medici stanno cercando soluzioni sempre meno aggressive, come ad esempio la radioterapia “a rate”, detta Ipofrazionamento. Con questo metodo le dosi di terapia vengono date al paziente sempre nella stessa quantità ma in meno sedute. E’ possibile agire in questo modo perchè ormai queste terapie sono sempre più mirate e dunque possono essere dirette verso la sede malata con più certezza, senza perdere tempo a “cercare” il nemico.
Attualmente si sta sperimentando l’Ipofrazionamento solo su alcune malattie che si prestano meglio allo scopo: ad esempio sul tumore alla prostata, il tumore al polmone (dove l’efficacia è dimostrata da una sopravvivenza più lunga di due anni), il tumore al seno nei confronti del quale le sedute di terapia frazionate si dimostrano altrettanto efficaci rispetto a quelle più concentrate.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico