Home » Benessere » E a proposito di vaccini… quello italiano anti-AIDS dà ottime speranze

E a proposito di vaccini… quello italiano anti-AIDS dà ottime speranze

Abbiamo appena detto dei successi dei vaccini nel corso della storia moderna e di come hanno dimezzato o azzerato i decessi su almeno 23 malattie fino al secolo scorso mortali. E subito arriva l’ultima novità a corredo di questa serie di successi: un vaccino italiano contro l’AIDS starebbe dando ottimi risultati in fase di prima sperimentazione.

A crearlo è stato il team di ricerca del professor Arnaldo Caruso, direttore dell’unità di Microbiologia dell’Università di Brescia. Il “vaccino”, chiamato AT20, si basa sul principio di distruzione della proteina P17, responsabile della comparsa di tutte quelle patologie collegate all’AIDS che di norma portano al decesso del malato prima ancora del virus stesso. Insomma, se il virus HIV è furbo e sa mascherarsi bene, perchè non agire sulle fonti di debolezza che gli consentono di continuare ad agire nel corpo … si sono chiesti i ricercatori italiani.

E così ecco l’idea di AT20 che oltre a neutralizzare effettivamente la proteina responsabile delle complicazioni non sta dando effetti collaterali negativi di alcun genere ai soggetti a cui viene inoculato. Dati i risultati incoraggianti della prima sperimentazione si conta ora di passare alla seconda, che coinvolgerà ancora più soggetti, in situazioni varie e anche complesse. Italiano è anche il primo vaccino terapeutico pediatrico anti HIV mai sperimentato nella storia della scienza, da due anni in fase di testaggio presso l’ospedale Bambino Gesù di Roma, anche qui con risultati che fanno ben sperare.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico