Home » Benessere » In tempo di crisi il "ristorante dei disabili" funziona

In tempo di crisi il "ristorante dei disabili" funziona

Il ritornello che si sente da due anni ormai è: “C’è crisi, manca il lavoro”, ma esperienze passate hanno dimostrato che proprio in tempo di crisi il lavoro migliore è quello che si “inventa”. Così ha fatto il centro culturale “Ex Fadda” insieme alle cooperative “Nuvola” di Brindisi, in Puglia, aprendo il primo ristorante a chilometro zero gestito da disabili.

Il ristorante “X FOOD” nasce proprio nei locali del centro culturale e impiega 32 persone, quasi tutti con disabilità psichica e qualcuno con problemi fisici. Sono persone che coltivano i prodotti, aiutano a cucinare, servono ai tavoli e puliscono ottenendo così un piccolo bagaglio di esperienza e qualcosa con cui mantenersi che li renda indipendenti dalle famiglie e dalle strutture di ricovero. L’esperienza inoltre sfrutta i prodotti agricoli e di allevamento locali, garantendo così qualità e bontà del cibo servito.
Le persone che lavorano all’ X FOOD prima di essere messe al lavoro seguono un periodo di formazione e tirocinio insieme agli accompagnatori che si occupano di loro, ma seguono anche dei corsi di formazione in gruppo insieme ai familiari, ai medici e agli psicologi. L’indirizzo di questi corsi, oltre ad avviarli a un mestiere, è quello di abituarli a gestire la propria vita da soli, senza dover dipendere al cento per cento da terzi.

admin

x

Guarda anche

Ecco alcuni consigli per usare bene la Curcuma

Anti infiammatoria, anti tumorale, protettiva del sistema immunitario … buona. Ecco molti dei vantaggi e ...

Condividi con un amico