Home » Benessere » Psicologia: quando sedersi in macchina fa paura …

Psicologia: quando sedersi in macchina fa paura …

Il termine tecnico scientifico è AMAXOFOBIA (dal greco antico “amaxos”, carro, “paura del carro”) e indica una sindrome emotiva rara ma non impossibile da trovare: la paura di salire in auto e di guidare. Si tratta di un trauma psichico che colpisce persone già sotto pesante stress emotivo, o per ragioni legate a incidenti d’auto passati o per altri tipi di angoscia scatenati da problemi familiari o di lavoro.

L’amaxofobia si scatena dopo due eventi particolari: un precedente incidente d’auto o il reiterato fallimento dell’esame di guida che convince una persona a non essere adatta a condurre un veicolo in strada. Si manifesta in modo diverso in base agli individui e alle situazioni e spazia dalla paura di guidare da soli in genere fino alla paura della distanza, con in mezzo tante altre “sottofobie” (la paura di guidare di notte o quando è buio, di guidare in autostrada, di guidare attraverso le gallerie, i ponti, il traffico intenso delle ore di punta, ecc.)
Sono tutte paure legate a traumi precedenti e sicuramente preesistenti (paura delle gallerie significa claustrofobia, paura di guidare da soli è ansia da prestazione e così via) che vengono amplificati da qualche problema avuto in passato per colpa dell’automobile. Nei casi più estremi le persone depresse hanno paura di se stesse alla guida, perché temono di essere colte da raptus suicida e di tentare la morte in macchina, coinvolgendo anche eventuali innocenti di passaggio. Ma da questo incubo si può guarire, così come si guarisce dalla claustrofobia e dalle ansie. Bisogna rivolgersi a uno specialista della psicanalisi e seguire i consigli che egli saprà darci. Molti casi di amaxofobia sono stati superati, ad esempio, con delle sedute di ipnosi.

admin

x

Guarda anche

Per mentenervi giovani … giocate a calcio!

Diciamo la verità: in Italia non si sentiva proprio il bisogno di un ulteriore incentivo ...

Condividi con un amico