Home » Benessere » Mente e corpo: le "magie" dell'amore sul fisico

Mente e corpo: le "magie" dell'amore sul fisico

Fu la ricerca più strana del mondo, condotta da uno scienziato che volle sempre rimanere anonimo. E difatti lo studio (apparso su Nature nel 1970) si chiama tutt’oggi così, ANONYMOUS, ma è il primo che spiega gli effetti dell’amore sul fisico. Amore inteso come sesso, prima di tutto, ma anche come coinvolgimento emotivo profondo.

Il misterioso “anonimo” ricercatore andò ad abitare da solo per lunghi mesi su un’isola deserta e cominciò laggiù ad analizzare le proprie reazioni psichiche e fisiche alle pulsioni amorose. In particolare notò che le sue funzioni corporali rallentavano moltissimo, nei periodi di solitudine, inclusa la crescita di capelli e barba. Ma se la sua fidanzata gli preannunciava una visita, improvvisamente tutto accelerava! Questo perchè l’eccitazione sessuale è scatenata nell’uomo dal testosterone, lo stesso che gestisce la crescita del pelo sul suo corpo, ed ecco spiegato l’arcano.

Ma funziona allo stesso modo per la donna? L’anonimo giura di sì, sebbene con manifestazioni diverse regolate dagli ormoni femminili. La deduzione è che la persona che si innamora, coinvolgendo sesso e mente, vive le stesse reazioni di una persona che si droga con una prima fase di esaltazione acuta che scatena reazioni anche nel nostro fisico. Ma ogni reazione ha una fine, quando il corpo trova l’equilibrio. Dunque l’amore è destinato a finire? Non sempre, perchè il nostro organismo allo scopo di prolungare quella piacevole emozione attiva l’ossitocina che crea un equilibrio globale senza far perdere l’entusiasmo iniziale. E’ qui la differenza tra pulsione sessuale e innamoramento vero.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico