Home » Benessere » Il tumore che viene dalla luce

Il tumore che viene dalla luce

C’è un tumore che viene dalla luce, dal desiderio che quella luce entri nei nostri corpi e ci trasformi. E’ il tumore della pelle, in tutte le sue versioni (e non solo questo), che si scatena dopo le sedute di lampade abbronzanti e che ogni anno condanna oltre 10.000 persone al melanoma e altre 450.000 a tipi diversi di tumori della pelle o di altro genere.

Lo hanno rivelato studi della California University e dell’università di Cambridge, in Inghilterra, dopo aver riesaminato 88 ricerche del passato svolte su 400.000 persone in Europa, Stati Uniti ed Australia. L’Australia in particolare è uno dei Paesi più esposti di tutti al tumore della pelle a causa della sua vicinanza con la lacerazione dell’ozono che non protegge più dai raggi solari. Ma se a questo problema naturale si aggiunge la smania di voler apparire abbronzati e l’uso delle lampade (diffusissimo in Occidente) ecco che la situazione si complica. La nuova ricerca anglo-americana conferma l’associazione diretta tra lampade artificiali e tumori cutanei e se ciò non bastasse lo dimostrano le migliaia di diagnosi dei dermatologi e degli oncologi che riconoscono nelle zone del corpo più afflitte dalla comparsa dei melanomi proprio quelle aree che esponiamo alla lampada abbronzante. Ma un legame esiste anche con quei tumori che compaiono in zone non esposte alla lampada e che però si collegano facilmente alle conseguenze dei raggi UV nel corpo. Si consiglia ancora una volta e sempre di usare la lampada solo nei limiti necessari e solo se a scopo terapeutico. Per abbronzarvi attendete l’estate.

admin

x

Guarda anche

Si curava con “la dieta vegana” ma il tumore la uccide

Era diventata famosa per aver dichiarato a tutto il mondo di aver sconfitto il cancro ...

Condividi con un amico