Home » Benessere » Pillola "del giorno dopo": non causa l'aborto

Pillola "del giorno dopo": non causa l'aborto

Un dubbio finalmente risolto che forse riporterà equilibrio nelle strutture sanitarie italiane dove ormai era impossibile trovare la “pillola del giorno dopo” perchè il 90% dei medici si dichiaravano “obiettori di coscienza” e “anti-abortisti”, rifiutandosi di somministrare questo farmaco alle ragazze. La Gazzetta Ufficiale, quella che determina l’identità di ogni singolo farmaco ufficialmente per l’AIFA, lo dichiara nero su bianco: LA PILLOLA NON E’ ABORTIVA.

Si tratta di un farmaco contraccettivo, che è molto diverso. I farmaci abortivi eliminano un embrione già fecondato, dove è partito il processo di formazione dell’essere umano … quelli contraccettivi impediscono tale fecondazione o impediscono che parta tale processo, dunque non “si uccide” nessun essere umano somministrando la pillola a chi ne fa richiesta. La pillola del giorno dopo (ma anche quella dei cinque giorni dopo) non “impedisce l’impianto” ma blocca l’ovulazione.

Su queste basi dovrebbero crollare i dubbi dei medici cattolici osservanti, i quali non volevano rendersi complici di “omicidio”. Una tesi che in effetti veniva ribadita anche da medici non cattolici ma comunque legati al giuramento di Ippocrate che invita a salvare vite, non a interromperle. Un dubbio lungo anni che oggi dovrebbe finalmente essere più chiaro. Rimangono invece aperte tante altre questioni importanti, come la somministrazione di tali farmaci alle minorenni (se sia lecita o meno) o come il rifiuto di usarli da parte di tante giovani semplicemente perchè non correttamente informate.

admin

x

Guarda anche

Ecco il cerotto “salvasesso”

Il sesso dopo gli “anta” … un problema, e non solo per lei, che andando ...

Condividi con un amico