Home » Benessere » Analisi per la gravidanza sbagliate rivelano tradimento vero

Analisi per la gravidanza sbagliate rivelano tradimento vero

Qualche sospetto doveva averlo Maria (chiamiamola così) se ha domandato al suo dottore specificamente le analisi per la gravidanza. Da qualche settimana si sentiva debole, la nausea la tormentava e il ciclo era sballato. Le analisi del sangue hanno confermato: incinta al terzo mese. Un dramma se si pensa che il fidanzato con cui Maria viveva era sterile.

Per evitare inganni a oltranza, la donna prende coraggio e confessa quello che ormai era evidente: da tempo lei lo tradiva con un uomo che, invece, figli poteva averne eccome. Lite furiosa, separazione e ognuno per la sua strada. Ma l’amante non vuol saperne di prendersi le sue responsabilità e va via anche lui. Pochi giorni dopo, però, una busta proveniente dal laboratorio analisi si scusa con la paziente: per colpa di un errore è stata data una diagnosi di gravidanza errata. Nessun bambino in arrivo.
E così Maria si ritrova senza figlio, senza fidanzato e senza amante. Un danno troppo grosso per poterla passare liscia. Si rivolge a un avvocato, denuncia il laboratorio analisi e ottiene un risarcimento di 15.000 euro. Alla fine la sua “lesa dignità” ha avuto un premio, alla faccia degli uomini della sua vita. Se è vero che il peccato non paga, che la colpa non arricchisce, bisogna ammettere che c’è sempre un’eccezione che conferma la regola.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico