Home » Benessere » Mammografia: tutto da rifare?

Mammografia: tutto da rifare?

Mammografia: tutto da rifare? Ci si chiede proprio questo innanzi ai risultati di una ricerca canadese che dimostrerebbe come questo esame non solo non riduca la mortalità per cancro al seno ma spesso sbagli le diagnosi, sottovalutando elementi che potrebbero essere dannosi. La ricerca della University of Toronto è stata condotta per alcuni anni su campioni di donne di età compresa tra 40 e 59 anni e avrebbe verificato che, in base alla sopravvivenza, non cambia assolutamente nulla.

Naturalmente ciò ha generato polemiche, alimentate dalla decisione di Paesi come la Svizzera che hanno eliminato del tutto la mammografia dallo screening antitumorale. E’ vero che questo esame è fastidioso e che non sempre è preciso, dicono gli esperti italiani, ma da qui a dire che va eliminato ce ne corre! Grazie agli screening mammografici, infatti, sono di fatto aumentate enormemente le diagnosi di carcinoma mammario localizzato, dunque non ancora andato in metastasi e preso per tempo. Grazie alla mammografia si può intervenire per rimuovere o ridurre una “massa” e si sono già salvate numerose vite.
I dati canadesi, basandosi solo sulla sopravvivenza nel lungo termine, hanno escluso altri elementi importanti nella ricomparsa del tumore. Inoltre, alcuni degli strumenti analizzati negli anni sono intanto stati sostituiti con macchinari più sofisticati e dunque migliori anche nell’effettuare diagnosi. La ricerca dunque dovrebbe essere integrata da ulteriori studi che usano questi nuovi macchinari e certamente è troppo presto per dire che “la mammografia non serve a niente”.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico