Home » Benessere » Influenza, le battute finali: 2 milioni a letto

Influenza, le battute finali: 2 milioni a letto

Sono 2 milioni (ma diventeranno 2,5 milioni entro marzo) gli italiani a letto con i sintomi dell’influenza stagionale che sta vivendo in queste settimane il suo picco massimo ma anche le battute finali. Passato questo periodo, infatti, ci si aspetta una progressiva scomparsa del virus e dunque la fine della stagione delle malattie.

Un’influenza che quest’anno è stata clemente, meno aggressiva, salvo per la prima fase autunnale caratterizzata da infezioni intestinali e vomito. Ora invece i sintomi più diffusi sono mal di gola e tosse. Ma per parlare di influenza vera occorre la compresenza di tre sintomi: febbre oltre i 38 gradi, dolori articolari e senso di abbattimento, sintomi respiratori. In assenza anche di uno solo di questi tre sintomi non si parla di influenza ma di febbre da raffreddore o causata da qualche altro virus para-influenzale tipico del periodo.
La clemenza della febbre di quest’anno è dovuta alle temperature che si sono mantenute miti un po’ in tutta Italia, favorendo il rallentamento del virus e la sua precoce scomparsa. Più della metà dei malati attualmente sono bambini, come nella migliore tradizione influenzale! Per curarsi basta seguire le precauzioni conosciute: letto, riposo, medicine possibilmente consigliate dal medico e non dalla vicina di casa. L’auto-medicazione non è dannosa, nel caso dell’influenza, ma è sempre bene sentire un esperto prima di fidarsi della prima pillola che ci propina l’amico.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico