Home » Benessere » I migliori ricercatori? Sono italiani

I migliori ricercatori? Sono italiani

I migliori ricercatori sono italiani. O meglio, sono anche italiani. Se è vero che nessuno batte gli attrezzatissimi americani, i praticissimi inglesi e i tedeschi nella ricerca, se è vero che Israele sforna nuovi interessanti studi ogni anno è anche vero che otto scienziati sui “migliori 400 al mondo” vengono dal nostro Paese.

E smentendo la tendenza attuale, che spinge i giovani a fuggire per realizzarsi, sei su otto di questi nostri bravi ricercatori vivono e lavorano in Italia. Soltanto due di loro -Carlo Croce all’Università dell’Ohio e Napoleone Ferrara della Genentech Incorporated- lavorano oltre i nostri confini. Gli altri sono orgogliosamente frutto globale della nostra cultura e dei nostri mezzi, forse non sempre all’avanguardia ma comunque efficaci.

Il dottor Alberto Mantovani, professore di Patologia Generale all’Università di Milano, è anche direttore scientifico dell’Istituto Clinico Humanitas. Insieme a lui rientrano nella classifica dei migliori al mondo anche Antonio Colombo dell’Università Vita-Salute San Raffaele, Giuseppe Remuzzi dell’Istituto Mario Negri di Bergamo. E ancora Giuseppe Mancia dell’Università di Milano Bicocca, Vincenzo Di Marzo del CNR di Pozzuoli e Alberto Zanchetti dell’Università degli Studi di Milano. Ciò testimonia l’efficienza che ancora mantiene la sanità del nord e di Milano in particolare ma la presenza di un ricercatore campano fa ben sperare per il futuro, anche alla luce delle nuove “imprese” che si stanno registrando da alcuni mesi nelle strutture ospedaliere del meridione e della Sicilia in particolare.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico