Home » Benessere » Mini-defibrillatore interno salva la vita a una quattordicenne

Mini-defibrillatore interno salva la vita a una quattordicenne

Il destino si era proprio accanito su questa famigliola. Non solo il dramma dell’emigrazione che li aveva spinti fino in Italia da lontano, non solo il dramma dell’integrazione in un paese straniero, ma anche la morte di due bambine per colpa di una grave aritmia cardiaca ereditaria. Un dramma che stava per colpire per la terza volta … ma per fortuna si è arrivati in tempo.

La terza figlia, 14 anni appena, presentava gli stessi disturbi delle sue sorelle, la stessa anomalia cardiaca: tachicardia ventricolare. Il rischio era ben noto e purtroppo reale, così non si poteva più aspettare e si è tentato di tutto per salvare almeno lei. L’intervento a cui la giovane paziente è stata sottoposta presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ha permesso di inserire dentro il suo cuore (per la prima volta in ambito pediatrico) il defibrillatore più piccolo e più sottile al mondo.

Piccolissimo, con meno di un centimetro di spessore, l’apparecchietto “vivrà” dentro il corpo della ragazzina regolando per sempre quel battito impazzito. E’ dotato di algoritmi avanzati per riconoscere e trattare le aritmie e intervenire all’istante per fermarle e ristabilizzare il cuore. Da oggi in poi questa bambina vivrà sotto controllo, con una sicurezza in più e i suoi genitori avranno una grande speranza a consolarli. E forse, per una volta, il dramma dell’emigrazione in un paese straniero non si identifica solo col dolore.

admin

x

Guarda anche

Ecco il tumore cerebrale più grande del mondo

Portare dentro il cranio una massa anomala di oltre un chilo e non saperlo! I ...

Condividi con un amico