Home » Benessere » Un recettore olfattivo (presente anche nel seme) alla base dell'eccitazione maschile

Un recettore olfattivo (presente anche nel seme) alla base dell'eccitazione maschile

L’Università di Padova ancora al centro delle scoperte scientifiche più interessanti, a testimonianza che questo ateneo offre un contributo vivace alla ricerca nazionale e non solo. Uno degli studi più recenti rivela un legame molto stretto tra percezione odorosa e eccitazione sessuale, rivolto in particolar modo ai maschi. Si sa che l’essere umano è di base un animale e va ad istinto, dunque è normale che il sesso sia guidato anche da odori, sebbene l’uso di deodoranti e profumi abbia un po’ alienato questa capacità primitiva.

Sebbene l’uomo non abbia dunque un olfatto potente come quello di altri animali, è comunque vero che nel profondo usa ancora un “residuo” di queste capacità e in particolare il maschio sarebbe più bravo della femmina a percepire gli odori del corpo. Alcune analisi hanno dimostrato che l’odore della donna è paragonabile a quello del fiore di mughetto, in natura, ed è proprio questa essenza che i giovani uomini percepiscono più forte di altre, anche tra mille altri odori. Ciò avviene grazie ad un recettore olfattivo chiamato Or1d2, la cui azione è stata spiegata da uno studio svedese di alcuni anni fa. La cosa interessante è che questo recettore, che si trova nel naso, è presente anche sulla coda degli spermatozoi.

Partendo da questi dati dello studio precedente a Padova hanno proseguito l’indagine, ipotizzando che alcune cause di sterilità maschile siano dovute proprio all’assenza di questi recettori di molecole odorose. I risultati hanno di fatto evidenziato come tanto maggiore è la sensibilità olfattiva per questa essenza di mughetto, tanto più elevato è il desiderio sessuale. Dunque avere o meno certi recettori, esprimerli in maniera più evidente o più nascosta sarebbe uno degli aghi della bilancia che misura la capacità di un uomo di eccitarsi sessualmente e di mettere in moto il processo riproduttivo che sta alla base del desiderio.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico