Home » Benessere » Partorisce in auto, davanti all'ingresso della clinica

Partorisce in auto, davanti all'ingresso della clinica

L’automobile è ormai diventata la nostra seconda casa, e non per modo di dire. Tristemente c’è chi vi abita davvero, non avendo mezzi per mantenere un appartamento. A Catania, tempo fa, un uomo vi è morto mentre si recava in ospedale in preda a un infarto. La piccola romana venuta al mondo ieri, invece, ha deciso di usare la macchina del nonno come sala parto!

La mamma, una ragazza di 28 anni, era stata in clinica giusto quella mattina per i rituali controlli. Era tutto a posto e dunque era tornata a casa senza alcun pensiero ma le prime contrazioni sono arrivate nella tarda mattinata. Dopo aver chiamato il ginecologo, la signora si è sentita consigliare di tornare in clinica per ulteriori controlli, cosa che ha subito fatto facendosi accompagnare dal padre. Ma proprio durante il tragitto sono cominciate le contrazioni vere e proprie.

Inizialmente nessuno ci ha fatto caso. Possono passare ore dalle prime contrazioni al parto, ma giunti davanti all’ingresso della clinica la testa della bambina era già quasi tutta fuori. Il nonno è corso a chiamare aiuto e quando gli infermieri sono arrivati hanno trovato la bimba già nata. Tutto quello che hanno dovuto fare è stato tagliare il cordone ombelicale, pulirla e portare madre e figlia dentro per controllarle. Stanno entrambe bene. Una nascita record che però non è rara, come evento. Può capitare, in alcune donne, che una contrazione più forte induca i muscoli uterini a espellere il bambino prima del tempo.

admin

x

Guarda anche

Si testa anche in Italia la prima cura contro la SMA

Si farà in Italia la sperimentazione della prima terapia al mondo per il trattamento dei ...

Condividi con un amico