Home » Benessere » Un "gene chimera" del tumore al fegato rivelerebbe l'espansione della malattia

Un "gene chimera" del tumore al fegato rivelerebbe l'espansione della malattia

Se il cancro fa paura in generale, il cancro al fegato è il più terribile di tutti. Normalmente è rapido, aggressivo e lascia poco tempo per intervenire. Se poi il cancro al fegato si presenta in una delle sue forme più rare, si parla davvero di perdita delle speranze. Eppure proprio in questa rara forma di cancro è stato scoperto un elemento che lascia ben sperare.

Il carcinoma epatico fibrolamellare è una forma di cancro al fegato che colpisce i giovanissimi e che è stato preso sotto esame dalla Rockefeller University (USA) tramite una ricerca pubblicata sulla rivista Science. I laboratori hanno esaminato il DNA di dieci pazienti cercando di individuare “geni fusi”, produttori di proteine e RNA chimerici. Si tratta di geni che presentano sequenze derivate da altri due geni -soltiamente separati- e spesso responsabili di attività anomale e incontrollate.

Nei campioni di tessuto analizzati su questi giovani pazienti, si è visto che il DNA aveva creato un nuovo gene, chiamato “chimera” perchè come il mostro mitologico è formato da due parti diverse: la “testa” del gene Dnajbi e il “corpo” di un gene chiamato Prkaca, quest’ultimo in grado di codificare il dominio catalitico della proteina chinasi A. Questo gene-mostro, in seguito, viene trascritto in un RNA chimerico e inserito in una proteina -chimerica anche lei- che si trova presente a livelli molto alti nei tumori. Potrebbe essere questo il metodo con cui i tumori avanzano e su questo si sta puntando, in particolare per capire quelli al fegato, con ulteriori studi che troveranno risultato nei mesi a venire.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico