Home » Benessere » Stamina: nominata la terza commissione

Stamina: nominata la terza commissione

Stamina, terzo atto. In principio ci fu la prima commissione di valutazione del metodo di Davide Vannoni basato sulle infusioni di cellule staminali mesenchimali che però fu ritenuta non idonea in quanto il giudizio sarebbe stato viziato da interessi personali e soprattutto da opinioni pregiudiziali che avevano già bollato l’idea di Vannoni come negativa prima dell’inizio dei lavori.

In seguito alle proteste di Vannoni si era ottenuta la nomina di una seconda commissione, nomina molto travagliata per tutta una serie di problemi tra i quali anche il passaggio di mano di ben due governi (Letta e Renzi). Ma in particolare il problema era stato il presidente di commissione, Mauro Ferrari, ritenuto inidoneo per aver espresso giudizi di parte su Stamina. Si doveva quindi nominare un nuovo presidente e con esso una nuova commissione e pare che finalmente sia questa la volta buona.

A capo della terza commissione troviamo Michele Baccarani, ematologo di Bologna, come presidente affiancato tra gli altri da Mario Boccadoro (Università di Torino) e Giuseppe Leone (Cattolica Roma), anche loro esperti ematologi. Insieme a loro scienziati stranieri di fama mondiale chiamati a mettere la parola fine alla questione Stamina che, secondo molti luminari italiani, non merita nemmeno questo spreco di tempo, denaro e menti illustri. Davide Vannoni, dal canto suo, è invece deluso dalla scelta del nuovo presidente di commissione; secondo lui Ferrari andava bene, anche perchè, unico fra tutti, aveva intenzione di ascoltare tutte le parti, inclusa la Stamina Foundation.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico