Home » Benessere » Allergie anticipate: ecco i consigli per proteggersi

Allergie anticipate: ecco i consigli per proteggersi

Se le mimose sono già in fiore alla fine di febbraio e le temperature primaverili si sono già fatte sentire a inizio marzo, è giusto credere che la bella stagione sia ormai alle porte sebbene in anticipo rispetto al calendario lunare. E sebbene sia tornato il freddo per qualche giorno ancora, le fioriture sono in corso e con esse le prime reazioni allergiche.

Per difendersi dall’attacco inatteso e precoce dei pollini gli allergologi cominciano a parlare di cure già da adesso. Non è sbagliato ricorrere a una certa prevenzione, soprattutto se si stende a soffrire molto dei sintomi allergici da polline e si prospetta una stagione allergica più lunga degli altri anni. In particolare sono già iniziate le allergie da cupressacee solitamente rare in questo periodo dell’anno. Allora quali consigli mettere in atto per proteggersi?

Per prima cosa consigliatevi con i vostri allergologi di fiducia, dopo di che seguite le loro indicazioni che quasi sicuramente vi porteranno a una cura preventiva al cortisone o a terapie antistaminiche. Evitate di camminare a piedi in zone di campagna, nelle giornate di sole e vento e soprattutto tra le ore 10 e le ore 16. Non vergognatevi di usare le mascherine per proteggere le vie aeree e, se li avete, azionate i condizionatori che filtrano l’aria pulendola da molti elementi allergici (ma prima assicuratevi che i filtri siano ben puliti). Per le vostre gite primaverili scegliete la montagna, oltre i 900 metri dove le piante con fioritura scarseggiano. Non consumate alcolici, in quanto stimolano la secrezione mucosa intasando ancor di più le vie aeree.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico