Home » Benessere » L'anello vaginale "tri-funzionale" per la protezione totale della donna

L'anello vaginale "tri-funzionale" per la protezione totale della donna

L’anello vaginale è una forma di contraccezione femminile che agisce a livello locale per impedire il passaggio del seme e la fecondazione. Un buon metodo per evitare gravidanze, quindi, ma non altrettanto buono per proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili … almeno finché un ingegnere biomedico della Northwestern University (USA) non ha escogitato un modo di unificare in questo contraccettivo anche una protezione valida contro le malattie.

Il dottor Patrick Kiser ha immaginato di mettere insieme tre funzioni in un unico anello: protezione contro le gravidanze, contro l’herpes e contro l’HIV. Oltre alla funzione di barriera che già esercitava, infatti, il nuovo anello vaginale dovrà essere fornito di un microscopico meccanismo in grado di rilasciare farmaci protettivi sia contro l’herpes che contro il virus dell’AIDS, dunque dovrà dosare farmaci antiretrovirali in modo che la protezione sia efficace per tre mesi.
I farmaci che verranno dosati in tal modo sono il Tenofovir e il Levonorgestrel, previa sperimentazione su alcune donne che si presteranno come volontarie per il test. Le donne tendono a usare questo metodo contraccettivo solo per evitare le gravidanze e, in particolare per le donne dei paesi più poveri del mondo, dove non si hanno mezzi nè tempo per comprare o provare farmaci protettivi, avere tutto concentrato in un unico oggetto potrebbe essere un aiuto prezioso contro il diffondersi di determinate malattie.
Ricordiamo tra l’altro che in tante regioni dell’Africa, ad esempio, il rapporto col preservativo è disprezzato dai maschi che dunque non accetterebbero mai di indossarlo. In questo modo, con un anello vaginale ben “nascosto”, la donna potrà proteggersi a trecentosessanta gradi senza dover imporre nulla al proprio compagno.

admin

x

Guarda anche

Oggetti erotici, rischio altissimo soprattutto per le donne

Sorpresa… le ragazze italiane lo fanno spesso. E lo fanno da sole, e molto volentieri! ...

Condividi con un amico