Home » Benessere » In Svizzera, l'LSD si usa per dare serenità ai malati terminali

In Svizzera, l'LSD si usa per dare serenità ai malati terminali

Azzardato dare certe notizie, con la responsabilità di scatenare visioni sbagliate e mode pericolose, ma secondo alcuni studi condotti in Svizzera l’LSD, pericoloso allucinogeno che porta gravi conseguenze nel corpo di chi lo assume come droga, potrebbe essere usato come psicofarmaco per alleviare l’ansia. Detto così sembra ovvio, semplice e naturale. Una contraddizione in termini. Ma andando a fondo si scopre la vera ragione di queste dichiarazioni.

Gli studiosi dell’Università di Berna e di Zurigo che hanno lavorato insieme su questa ipotesi e l’hanno sperimentata tramite una terapia basata su -non costituita da- l’allucinogeno LSD hanno visto che avrebbe effetti molto positivi sulle persone in fase terminale, soggetti che stanno per morire a seguito di malattie molto gravi e che hanno causato loro immani sofferenze. Tramite la consulenza dello psichiatra Peter Gasser, si è visto che i malati terminali affrontavano meglio l’ultima parte della loro vita se sottoposti a questa nuova terapia medico-psicanalitica.

Dunque, l’uso dell’LSD o dei prodotti da esso derivati andrebbero presi in considerazione come “rimedi” in casi molto estremi e non come toccasana di tutti i problemi di angoscia e nervosismo. Il test necessita di ulteriori approfondimenti e di valutazioni molto attente, prima di poterlo dichiarare come sicuro. Per i medici svizzeri però corrisponde a una doppia vittoria: primo, perchè si è finalmente trovato il modo di dare conforto a chi sta morendo; secondo, perchè è stato dimostrato che l’LSD, trattato in determinati modi, non causa effetti collaterali gravi, a parte un iniziale periodo di confusione e di stress che si placa subito dopo lasciando spazio ad una forte serenità interiore.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico