Home » Benessere » Stamina in crisi: ora chiede fondi per continuare la ricerca

Stamina in crisi: ora chiede fondi per continuare la ricerca

Non siamo in grado di garantire le infusioni di aprile, non consideriamo neppure i nuovi carotaggi per i pazienti che finora l’ospedale ha voluto lasciare a morire in lista di attesa per tutti questi mesiinizia così il disperato messaggio che Davide Vannoni, ideatore di Stamina ha inviato a tutti i suoi contatti di Facebook ieri. Pare sia proprio in crisi il mondo della Stamina Foundation dopo le enormi tegole che si sono abbattute su di essa negli ultimi mesi.

Vannoni avrebbe pubblicato un Iban presso il quale inviare le donazioni per sostenere la sua ricerca e la sperimentazione con le infusioni di staminali che secondo la fondazione guarirebbero malattie anche molto gravi. Ma dopo le denunce per truffa e gli scandali che hanno travolto Vannoni e colleghi qualcosa si è rotto. “Gli spedali incivili di Brescia hanno speso 1 milione di euro in costi legali contro le persone malate che chiedevano l’applicazione di un loro diritto risancito dai giudici, non hanno fatto valutazioni relative ai benefici e ai miglioramenti ottenuti (tanto erano solo cure compassionevoli), e non hanno potuto sostenere i costi per fare un carotaggio osseo e 5 iniezioni a 150 persone in un anno

Sarebbe anche questa la causa della crisi economica che sta bloccando gli studi di Stamina e per cui Vannoni chiede aiuto a tutti. E mentre chiede aiuto attacca senza risparmiare nessuno, parlando dell’Italia come di un Paese dove “verità e onestà non valgono nulla”. Intanto un altro polverone si è alzato sul decreto dell’ex ministro della Salute Balduzzi con il quale si davano indicazioni sull’utilizzo del metodo Stamina. Il decreto si sarebbe reso necessario per colpa di una situazione di emergenza e confusione causata da campagne mediatiche e proteste dei familiari dei malati. Un decreto sul quale ora si sollevano molti interrogativi.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico