Home » Benessere » Il Pap Test va in pensione: per la diagnosi basterà un prelievo di sangue

Il Pap Test va in pensione: per la diagnosi basterà un prelievo di sangue

Buone notizie per le donne che trovavano fastidioso e imbarazzante sottoporsi al PAP TEST per controllare le condizioni di salute del proprio utero e scongiurare il pericolo tumore. Un pericolo concreto perchè, nell’utero, questa malattia avanza silenziosa e si fa scoprire solo quando è tardi. Eppure, nonostante il pericolo più volte denunciato, poche donne si sottopongono al Pap test proprio perchè invasivo e estremamente fastidioso.

Ma tutto questo potrebbe finire per lasciar spazio a un nuovo metodo diagnostico che pare sia altrettanto efficace e minimamente invasivo: l’esame del sangue. Test recenti dimostrano che è valido per evidenziare la presenza di tumore al collo dell’utero, specialmente con la rilevazione del Papillomavirus Umano (HPV) che ne è il precursore. Lo dicono e lo confermano ricercatori americani con prove tali che l’agenzia nazionale del farmaco, la Food and Drug Administration, avrebbe già approvato all’unanimità la validità del mezzo e il suo utilizzo. Voto unanime, tredici su tredici.

Il prelievo di sangue per la diagnosi delle malattie dell’utero ha due grossi vantaggi: esplora direttamente il DNA riuscendo meglio nella individuazione dell’HPV; è soggetto a meno variazioni di risultato e dunque molto più preciso. Tutto dipenderà dai laboratori, naturalmente, ma in generale, comparando vari studi, è oggettivamente vero che il prelievo è più preciso del Pap test. Naturalmente il test rimane, nel caso in cui si debba approfondire un risultato sospetto, ma di sicuro non sarà più l’unico mezzo di prevenzione in questo campo. Un esame meno fastidioso, molto più rapido e via. Dispiace solo se qualche paziente facilmente impressionabile troverà altrettanto antipatico farsi infilzare con un ago. Per i miracoli ci si sta ancora attrezzando!

admin

x

Guarda anche

Ecco il cerotto “salvasesso”

Il sesso dopo gli “anta” … un problema, e non solo per lei, che andando ...

Condividi con un amico