Home » Benessere » Mente e corpo: quando è lui a dire "Amore, mi vergogno"

Mente e corpo: quando è lui a dire "Amore, mi vergogno"

Una ricerca inglese svela un mondo del tutto sconosciuto. Quanti sono gli uomini che hanno la fissazione per il corpo al punto da rasentare le peggiori malattie psicologiche femminili, come anoressia e bulimia? Queste due malattie sono diffuse anche tra i giovani maschi ma se ne parla poco perchè loro per primi si vergognano a parlarne, ma questo dimostra che anche gli uomini hanno un rapporto conflittuale con l’estetica e si percepiscono “brutti”. La ricerca inglese lo prova ulteriormente analizzando le abitudini sessuali.

Un campione di 1000 uomini, tutti giovanissimi (età compresa tra 20 e 30 anni), intervistato sulle abitudini relative ai rapporti sessuali ha confermato la forte tendenza a far l’amore a luci spente. Con l’unica motivazione di: “Mi vergogno del mio corpo, detta da loro, non dalle compagne. Più della metà si percepisce come “obeso” e nel 64% dei casi la parte che più temono di mostrare è la “pancia”. Fare sesso a luci spente li fa sentire sicuri e dunque anche più attivi nella parte, cosa che invece non succede se la compagna li guarda e se in quello sguardo loro intravedono un giudizio. Un sentimento di imbarazzo potrebbe anche bloccarli e rendere il rapporto del tutto vano.

Sarebbe interessante confrontare le risposte dei ragazzi con quelle delle loro compagne. Scoprire che il proprio partner uomo ha le stesse paure estetiche di noi donne potrebbe incoraggiare l’unione, creare un legame di solidarietà e rilassare anche la ragazza, che spesso tormenta il proprio corpo con cerette, cremine, tinture e simili proprio per non apparire brutta agli occhi dell’innamorato. Ma l’effetto potrebbe anche essere opposto, ovvero la donna potrebbe percepire male questa insicurezza maschile e perdere attrazione nel compagno. Occorre una risposta per completare lo studio, l’altra metà del mondo rimane in attesa.

admin

x

Guarda anche

Quando per farsi accettare ci si stressa a morte

Essere bravi come il fratello maggiore, essere moderni come l’amica, essere pronti a ubriacarsi come ...

Condividi con un amico