Home » Benessere » Cuore: in forma con la vitamina D

Cuore: in forma con la vitamina D

Limitare i danni e i rischi cardiaci si può, basta semplicemente curare l’alimentazione, fare il giusto movimento, tenersi sotto controllo costantemente anche se non si soffre di particolari sintomi e non farsi mancare mai la vitamina D. Indicata ora come “buona” ora come “cattiva” questa vitamina è al centro di tante discussioni ma la sua carenza, è provato, aumenta il rischio di malattia cardiaca.

Lo studio è stato svolto da più centri nel mondo e i risultati presentati all’American College of Cardiology, dove ha spiccato tra gli altri una ricerca tutta italiana (dell’Università del Piemonte Orientale) dove si dimostrava concretamente come bassi livelli di vitamina D sono associabili al maggior pericolo di insorgenza o di gravità delle malattie che riguardano il cuore e la circolazione. Quello che ha scoperto la ricerca italiana è che la carenza di questa vitamina è causa -non conseguenza- di malattie come l’arteriosclerosi e che sarebbe bene consigliare l’integrazione di vitamina D per contrastare certe patologie.

Valutando i livelli di vitamina D in 1484 pazienti, è stato osservato un forte calo nel 70,4% del campione affetto da malattia coronarica con un conseguente aumento della gravità della malattia di almeno il 30%. Più si abbassavano i livelli e più aumentavano i tassi di arteriosclerosi coronarica, praticamente il doppio rispetto ai pazienti con livelli di vitamina D normali. La vitamina D si trova in alimenti come pesce, uova, alcuni tipi di latte e olio di fegato di merluzzo ma in buona parte viene trasmessa dai raggi solari che quindi sono un elemento fondamentale della salute umana, naturalmente presi con moderazione e senza eccessi.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico